IndicePortaleRegistratiAccedi

Condividi
 

 The little black book of style

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Veggie
Veggie


The little black book of style Empty
MessaggioTitolo: The little black book of style   The little black book of style EmptyGio 30 Giu 2011, 09:53

Titolo:  The Little Black Book of Style
Titolo originale: The Little Black Book of Style
Autore: Nina Garcia
Illustrazioni: Ruben Toledo
Anno: 2007
Ed. Italiana: 2009

L'autrice è una giornalista di moda tra le più importanti, fashion editor di Elle e di Marie Claire per diversi anni.
Il libro è una sorta di salvavita ricco di consigli utili su come evitare di acquistare abiti che non indosseremo mai o, peggio ancora, che ci faranno sembrare fashion victim, trendy di sicuro, ma prive di uno stile personale. L'autrice ci indica la via da seguire: ovvero capire chi siamo per indossare solo ciò che ci fa sentire belle, sicure e a nostro agio, traendo inoltre ispirazione dagli ambienti del cinema, della musica, dell'arte. A tal proposito ci fa un bell'elenco di film imperdibili (molti dei quali con Audrey Hepburn come protagonista, ma anche Grace Kelly, Brigitte Bardot, Uma Thurman etc.) e musicisti e artisti che hanno influenzato la moda. Perchè come diceva Salvador Dalì, "quelli che non vogliono imitare nulla, non producono nulla" (imitare reinterpretando in chiave personale è il segreto).

L'autrice stabilisce poi 10 principi per essere "icona di stile" . In sintesi:

1) Rivedere le proprie scelte: una vera icona di stile compra soltanto ciò che le piace e che le sta bene.

2) Investire negli "intramontabili": sono quei capi basici, che ogni donna dovrebbe avere nel suo guardaroba. I più significativi, dal mio punto di vista, sono: il vestitino nero, il trench, il cardigan o dolcevita morbido (l'autrice dice di cashmere), le ballerine, le décolleté a tacco alto, una bella borsa (una grande, una media con tracolla a catenella, una clutch e -per chi può- un must come ad esempio la 2.55) e la camicia bianca da uomo, che è forse il capo che mi ha più sorpreso... soprattutto quando cita Sharon Stone sul red carpet con gonna color lavanda di Vera Wang e camicia bianca di suo marito (divina):

The little black book of style Dc1eec7c8ad2827a4850695f58387994

3) Trasformare lo shopping in un'esperienza sensazionale: La vera icona di stile punta dritta ad un certo capo gratificante, se ne innamora, e se lo porta a casa.

4) Le scarpe sono fondamentali.

5) Conoscere il potere degli accessori.

6) Affidarsi ad una brava sarta.

7) Non diventare una fashion victim: non compra mai ciò che fa tendenza nè qualcosa che hanno tutti.

8) Non è una questione di soldi: sfoggiare con classe e stile anche pezzi comprati al mercatino vintage.

9) Mischiare tra loro accostamenti bizzarri, ad esempio H&M e Prada, vintage e moderno, maschile e femminile, civettuolo e austero, pelle e pizzo, prezioso e non, ecc...

10) Essere imperfette: "Una cosa bella non è perfetta"- Anonimo

Nota negativa: l'apprezzamento di pellicce e capi in pelle (si può essere chic anche con le corrispettive versioni eco).

Il libro è arricchito da tante citazioni, interviste a stilisti e modelle, e da belle illustrazioni come queste (che giustificano in parte il prezzo un po' alto, 20€ x un libro che si legge in un paio d'ore):

The little black book of style Littleblackbookofstyle_ninagarcia

The little black book of style Littleblackbook2

Se volete togliergvi uno sfizio, farvi un bel regalo o farvi una lettura leggera e veloce, questo libretto è caldamente consigliato.
Torna in alto Andare in basso
voguefrance
voguefrance


The little black book of style Empty
MessaggioTitolo: Re: The little black book of style   The little black book of style EmptyGio 30 Giu 2011, 11:27

Bello, mi hai incuriosito! mi sa che farò una capatina in libreria! :)
Torna in alto Andare in basso
Veggie
Veggie


The little black book of style Empty
MessaggioTitolo: Re: The little black book of style   The little black book of style EmptyGio 30 Giu 2011, 11:33

Nonostante il prezzo alto, secondo me ne vale la pena! E poi è uno di quei libri che ti rimane e che è bello andare a riprendere quando hai le paturnie (come le intende Holly Golightly).
Voguefrance, è da un po' di post che penso che tu e io abbiamo gusti simili :)
Torna in alto Andare in basso
voguefrance
voguefrance


The little black book of style Empty
MessaggioTitolo: Re: The little black book of style   The little black book of style EmptyGio 30 Giu 2011, 13:52

E' vero, hai proprio ragione, lo stavo pensando anch'io! :))
Torna in alto Andare in basso
Josie
Josie


The little black book of style Empty
MessaggioTitolo: Re: The little black book of style   The little black book of style EmptyGio 30 Giu 2011, 14:10

curioso eccome!
magari quest'estate visto che avrò tempo un pensierino ce lo faccio ;)
Torna in alto Andare in basso
Courtney

Cancellato

The little black book of style Empty
MessaggioTitolo: Re: The little black book of style   The little black book of style EmptyGio 30 Giu 2011, 14:18

che carino! Mi sa che dopo gli esami e le letture obbligate dell'università, questo libro sarà l'ideale.
Torna in alto Andare in basso
valentinarose
valentinarose


The little black book of style Empty
MessaggioTitolo: Re: The little black book of style   The little black book of style EmptyGio 30 Giu 2011, 15:13

Interessante questo libro! Grazie Veggie per averlo segnalato, sarà il mio prossimo acquisto!
Torna in alto Andare in basso
Veggie
Veggie


The little black book of style Empty
MessaggioTitolo: Re: The little black book of style   The little black book of style EmptyMer 10 Ago 2011, 11:31

Oggi vi segnalo un altro libro della stessa autrice. Si intitola “The One Hundred. Cento capi e accessori che una donna di classe deve possedere” (€ 20,00 edito da De Agostini). Ovvero cento pezzi, tra abiti e accessori, che una donna, per essere veramente di classe e elegante in ogni circostanza, deve avere nel suo armadio.

The little black book of style 5101346819_46f127ffa2

Se vuoi acquistarlo: clicca qui

Ho trovato un articolo qui che ha catturato la mia attenzione... vi riporto gli stralci più significativi:

Citazione :
Insieme a capi che ogni fanciulla di buona famiglia, sin dalla più tenera età, sa di dover possedere, quelli che noi chiamiamo must have e la nonna chiamava abiti-salva-serata per intenderci, vi stupirete per l’enorme e impensabile quantità di accessori che mai, nemmeno lontanamente, avreste sospettato dovessero far parte dei vostri armadi.
Citazione :
Forte del suo bagaglio di esperienze nelle più prestigiose riviste e case di moda, Nina, insieme all’elenco minuzioso dei capi must have, dispensa consigli di stile e suggerisce il modo più appropriato in cui indossare un accessorio. Fedele alla regola del “personalizzare” ad ogni costo, lasciando la propria firma su ogni look, sprona le lettrici ad osare, a mixare, a giocare con la moda, e inorridisce solo a sentire nominare l’etichetta “fashion victim”.
Citazione :
Insieme a pillole di storia, illuminanti per capire le fortune alterne di un accessorio o per spiegarci curiosità mai soddisfatte, la Garcia ha raccolto un fitto numero di chicche - sapevate, ad esempio, che viene venduto un carrè di Hermès ogni 25 secondi e un profumo Chanel n.5 ogni 30? - di citazioni divertenti e un elenco enorme di negozi, tra case di moda di alto rango e catene low cost, in cui poter trovare questo o quell’abito, che rendono accattivante la narrazione.

E attenzione... ho trovato l'elenco dei 100 pezzi. Sono questi:
1) A-line Dress.
2) Animal Print.
3) Ankle Bootie.
4) Aviators.
5) Ballet flat.
6) Bangles.
7) Belts.
8) Bikini.
9) Blackberry.
10) Black Opaque Tights.
11) Blazer.
12) Boyfriend Cardigan.
13) Brooch.
14) Cable-Knit Sweater.
15) Caftan.
16) Camel Coat.
17) Cape.
18) Cashmere Sweater.
19) Charm Bracelet.
20) Clutch.
21) Cocktail Ring.
22) Converse.
23) Cosmetics Bag.
24) Cowboy Boots.
25) Cuff.
26) Denim Jacket.
27) Diamond Studs.
28) Driving Shoe.
29) Espadrilles.
30) Evening Gown.
31) Exotic Skin Bag.
32) Fishnets.
33) Frye Harness Boot.
34) Fur.
35) Gentleman's Hat.
36) Gloves.
37) Havaianas.
38) Hobo Bag.
39) Hoop Earrings.
40) Investment Bag.
41) iPod.
42) Jeans.
43) Jewelry Pouches.
44) Khakis.
45) Knee Boots.
46) Leather Pants.
47) Lingerie.
48) Little Black Dress.
49) Little White Dress.
50) L.L. Bean Tote.
51) Luggage.
52) Mad Money.
53) Men's White Shirt.
54) Mary Janes.
55) Minnetonka Moccasin.
56) Missoni Knit.
57) Monogrammed Stationery.
58) Motorcycle jacket.
59) Nail Polish.
60) Old Concert T-Shirt.
61) One-Piece Swimsuit.
62) Pajamas.
63) Peacoat.
64) Pearl Necklace.
65) Pencil Skirt.
66) Perfume.
67) Plain White Tee.
68) Polo Shirt.
69) Pucci.
70) Pushup Bra.
71) Quality Champagne.
72) Red Lipstick.
73) Robe.
74) Safari Jacket.
75) Sandals.
76) Sarong.
77) Signet Ring.
78) Silk Scarf.
79) Slippers.
80) Spanx.
81) Statement Necklace.
82) Stilettos.
83) Striped Sailor Shirt.
84) Suit.
85) Sunhat.
86) Trench.
87) Turquoise and Coral Jewelry.
88) Tuxedo Jacket.
89) Umbrella.
90) Underwear.
91) Valid Passport.
92) Vans.
93) Vintage.
94) Watch.
95) Wayfarers.
96) Wellington Boot.
97) Wide-leg Trousers.
98) Wrap Dress.
99) Yoga Gear.
100) Zippered Hoodie.

Tenuto conto che alcuni, letti così, non hanno molto senso (es: intimo... della serie: e chi non possiede della biancheria intima?!) e che altri non rispondono nel modo più assoluto ai miei gusti (es: espadrillas), posso essere abbastanza soddisfatta del mio armadio, che totalizza 57 presenze su 100!!!

Il sito mariclaire.it ha ridotto i 100 capi a questi 10 essenziali must have:

Citazione :
Cappotto cammello. Quello che è considerato uno dei diktat dell’Autunno Inverno 2010/2011 (vedi Chloé e Max Mara) in realtà è uno dei capi preferiti da sempre per chi abita nell’Upper East Side di Manhattan, un pezzo cult, classico, elegante e prezioso. Meglio sceglierlo in vero pelo di cammello: fibra preziosa che si ottiene raccogliendo solo quello che cade naturalmente dal vello (in Mongolia e Golfo Persico).

Maxi-cardigan. Lo ha lanciato Marc Jacobs qualche anno fa, ma sono in molti ad averlo ri-proposto ultimamente, come Stella McCartney che lo ha delicatamente accostato a gambe nude e décolletées ton sur ton. La versione migliore è a quattro bottoni con due tasche sul davanti, ma per superare il grande freddo quest’anno è concesso di tutto. Purché sia rubato dall’armadio del fidanzato senza che lui se ne accorga!

Caban. Un capo senza tempo, pratico, comodo e caldissimo. Inventato dagli inglesi e olandesi 300 anni fa, continua a fare il giro del mondo a bordo delle navi. Essenziale che sia doppiopetto e abbia bottoni (meglio se con l’ancora) e revers enormi sono concesse varianti, come quella proposta da Céline. Anche se il vero esemplare è da andare a cercare nei negozi vintage.

Felpa.«La prima felpa col cappuccio fu prodotta dalla Champion per i manovali che lavoravano nei gelidi magazzini di NY». Poi arrivò l’ondata hip-hop, mai sedatasi in realtà, tanto che oggi la felpa è tornata must, meglio se grigia e dalla silhouette oversize, come quella proposta da Dries Van Noten, tra sovrapposizioni di maglie e maniche corte, per un effetto cocoon.

Giubbotto da motociclista. Ogni donna dall’animo rock ne possiede uno, «non può mancare nel vostro armadio, per quei giorni in cui vi sentite Francoise Hardy, Marianne Faithfull o i Sex Pistols. O anche tutti e tre insieme». Il segreto sta nelle proporzioni: sceglietelo o di una taglia in più o di una in meno. Come quello classico proposto da Léonard o quello super-deluxe di Hermès. Evitate comunque le vie di mezzo, che non sono per nulla r’n’r.

Camicia bianca da uomo. Esattamente come il cardigan è meglio se rubata dall’armadio del vostro fidanzato, ma va bene anche se la comprate di qualche misura in più. Il modello deve essere semplice e maschile (bando al slim fit!) e la vostra femminilità sarà alle stelle. Scegliete voi se sentirvi più Audrey Hepburn in Vacanze Romane, Uma Thurman in Pulp Fiction o la “stropicciata” donna di Maison Martin Margiela.

Guanti. «Nulla evoca immagini di glamour hollywoodiano d’altri tempi come un paio di guanti lunghi in satin nero». Già è così, c’è stato un momento in cui nessuna attrice avrebbe mai pensato di mostrarsi in pubblico senza. Dal 1566 (anno in cui furono indossati i primi i guanti lunghi da Elisabetta I a Oxford) a oggi ne è passato di tempo e, se le donne della contestazione femminista li avevano aboliti oggi sono tornati, sia lunghi che corti. Ma meglio lunghi e indossati sopra un tubino (come Marithé François Girbaud) o una giacca a tre quarti.

Pelliccia. Non solo le “abominevoli donne delle nevi di Chanel”, ma anche Balmain, Maison Martin Margiela, Lanvin, per citarne alcuni: quest’inverno pare che sarà davvero freddo per chi non tenterà di coprirsi con giacche, cappotti, cappe o stole di pelo. Sarà solo la coscienza che vi porterà a scegliere tra il vero e il finto, il cincillà e l’eco…

Stivali. Fino agli anni 70 erano territorio maschile e le donne li indossavano solo in caso di maltempo. Poi grazie alla minigonna di Mary Quant, vennero i go-go boots, a metà polpaccio e ideali per ballare. In realtà, da allora sono sempre stati più o meno sulla cresta dell’onda: da cow boy, Frye, coi tacchi a spillo, cuissardes. Oppure quelli intramontabili da biker, come quelli proposti da Jil Sander.

Hobo bag. Un tempo c’erano le cosiddette “borsette”, piccole, squadrate e ordinate, oggi ci sono le “maxi-bag”, capienti, comode e resistenti. Si ispirano alle sacche di tela a mezzaluna che usavano i clochard e quasi tutti i marchi ne hanno una in catalogo.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato


The little black book of style Empty
MessaggioTitolo: Re: The little black book of style   The little black book of style Empty

Torna in alto Andare in basso
 

The little black book of style

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Moda Bon Ton ~ Il primo sito dedicato allo stile Bon Ton :: Arte & Cultura :: Libri per imparare-